franciacorta

La Franciacorta è un territorio collinare ai piedi delle Prealpi bresciane situato a sud del lago d’Iseo. Questo territorio, di circa 18000 ettari è costituito da colline moreniche formatesi all’epoca della glaciazione della terra nell’Era Secondaria e Terziaria.

Queste colline, dolci e tondeggianti, sono ricoperte da detriti rocciosi, ciottoli, sabbia e limo di origine alluvionale, che rendono il terreno ben drenato, poco fertile, ma adatto alla coltivazione della vite. Questo terreno inoltre è ricco di minerali e di micro-elementi importanti per le reazioni biochimiche ed enzimatiche che portano alla formazione degli aromi varietali.

Il clima, a differenza di altre regioni sub-alpine, è temperato, con inverni non troppo rigidi ed estati calde, ma ventilate. E’ evidente l’influsso benefico del lago d’Iseo, che soprattutto d’inverno, mitiga i venti freddi del Nord provenienti dalla Val Camonica. La piovosità media annuale è abbastanza elevata (1500-1700 mm di pioggia all’anno). I vigneti sono posti ad un’altitudine compresa tra i 150 ed i 400 m ed il vitigno principale (90%) per la produzione del Franciacorta DOCG è il chardonnay. Questo vitigno fu introdotto in questa zona solamente mezzo secolo fa: attualmente ricopre circa 1200 ha. L’altro vitigno autorizzato è il pinot bianco, che tuttavia è in costante diminuzione e rappresenta solamente il 10%.

Il pinot nero invece è utilizzato solo nella preparazione del tipo rosè. Lo spumante prodotto in Franciacorta è stato il primo spumante italiano ad ottenere la DOCG: la denominazione è Franciacorta DOCG. Per la sua qualità e notorietà ha un disciplinare molto particolare: in etichetta non possono comparire né il termine vino spumante né l’indicazione del metodo di elaborazione. In sostituzione deve essere utilizzato l’ equivalente sigla comunitaria VSQPRD.

La denominazione Franciacorta DOCG indica sia la zona di produzione sia il metodo di elaborazione, che deve esclusivamente essere il metodo tradizionale classico.

L’azienda agricola Santa Lucia, di proprietà della famiglia Villa, opera nella Franciacorta da circa dieci anni.

La figura centrale dell’azienda è il Dott. Pierluigi che ha maturato la sua esperienza ventennale come ricercatore in viticoltura all’Università di Milano, consulente agronomico di numerose aziende, direttore dell’Ente Vini Bresciani e del Centro Vitivinicolo Provinciale di Brescia.

Negli ultimi anni è affiancato dal figlio Gregorio anch’egli laureato in viticolture ed enologia. L’azienda è nata producendo e vendendo uve su circa 60 ettari e negli ultimi quattro anni ha cominciato a produrre bottiglie.

Attualmente dispone di due cantine nei comuni di Adro ed Erbusco dove produce circa 80.000 bottiglie con etichetta Santa Lucia ed Eclat.

SANTA LUCIA BRUT

 

Colore giallo paglierino e perlage fine e persistente. Al naso è floreale e delicatamente fruttato con note di crosta di pane caratteristiche dell’affinamento sui lieviti in bottiglia. Gusto bilanciato, con buona persistenza ed eleganza.

SANTA LUCIA SATEN

 

Giallo paglierino e fine perlage.  Delicatamente floreale. Soffice e delicatamente cremoso al palato.

ECLAT  BRUT

 

Colore giallo paglierino e perlage fine e persistente. Al naso è floreale e delicatamente fruttato. Risalta l’aroma di pane caratteristico dell’affinamento sui lieviti. Gusto armonico, con buona persistenza ed eleganza.

ECLAT  SATEN

 

Giallo paglierino e fine perlage. Delicatamente floreale. Soffice e delicatamente cremoso al palato.

© LeCru75     P.Iva 02752740346