champagne

È nel vigneto più settentrionale del Paese che è stato messo a punto il metodo champenoise, all’origine di uno dei vini tra i più prestigiosi al mondo, il vino dei re divenuto quello di tutte le feste. Un vino unico, nessun’altra produzione può usurpare questo nome, ma diverso, per l’estensione dell’area di denominazione e della diversità degli stili.

 

 

SUPERFICIE

33 500 ha

 

PRODUZIONE

2 262 000 hl (349 000 000 bottiglie)

 

TIPOLOGIA DI VINI

bianchi o rosé effervescenti essenzialmente. Qualche vino fermo rosso, bianco e rosé (AOC coteaux-champenois e rosé-des-riceys).

 

PRINCIPALI REGIONI

Montagne de Reims, Côte des Blancs, vallée de la Marne, Aube.

 

VITIGNI

bianchi: chardonnay principalmente (pinot blanc, pinot gris, arbanne, petit-meslier molto raramente).

rossi: pinot noir, pinot meunier.

Didier Goussard, enologo, e sua moglie Marie-Helene conducono con grande passione l’azienda famigliare a Les Riceys, antico e originale villaggio costituito da tre antichi borghi fortificati (Riceys Haute, Riceys-Haute-Rive e Riceys-Bas) e tra i pochi a vantare di tre denominazioni di origine controllata (Champagne, Coteaux Champenois, Rose des Riceys).

Didier, dopo aver conseguito il diploma nazionale in enologia, inizia a sviluppare il progetto relativo all’elaborazione dei suoi Champagne conducendo, contemporaneamente, la propria attività con la ferma intenzione di dare vita a quella che è stata l’esperienza nella vigna di nonno Gustave e papà Deny.

“Soluzioni equilibrate per una viticoltura durevole”, questa è la filosofia che ha da sempre motivato Didier e Marie-Helene, spingendoli a promuovere nonché a partecipare successivamente alla creazione dell’Associazione TERRA VITIS Vignoble Champennoise, avente lo scopo specifico di mettere in opera la certificazione viticulture durable. I suoi vigneti sono impiantati sulle coste più belle nei pressi del villaggio e coltivati a pinot noir e chardonnay, i vitigni che meglio si adattano ai terreni a prevalenza argillosa come quelli della Cote des Bar.

Decisamente agreable la piccola sede della maison che, con le sue cantine a volta, si affaccia sulle placide e trasparenti acque del fiume Laignes dove, a pochi passi, si può ammirare la chiesa di Saint Jean, una delle tre preziose chiese che dominano il villaggio.

Didier Goussard è uno dei più preparati e appassionati vigneron récoltant della regione; attualmente a capo di due diverse aziende, la storica Didier Goussard, con una produzione limitata a 10.000 bottiglie e la neo-nata Gustave Goussard, che punta ad una produzione più ampia ed è improntata sui dettami dell’agricoltura biologica.

TERROIR TENTATION

 

Espressione perfetta del terroir, è elaborata con sole uve  pinot noir. Colore giallo intenso, al naso aromi fruttati (pesca) e floreali. Rotondo, vinoso, fresco ed elegante.

ESPRIT ELEGANT

 

Assemblaggio di 60% di chardonnay e 40% di pinot noir. Vivo e fresco, seduce per la sua finezza e il suo gusto elegante.Note di agrumi (limone e pompelmo) e fiori bianchi.

ROSÉ 100% pinot noir, dagli aromi di frutta candita e frutti rossi. Sapori dolci e freschi.

TRADITION

 

100% pinot noir, naso fresco, minerale ed esotico. Bocca ben strutturata, rotonda e armoniosa.

PRESTIGE

 

Assemblaggio di 60% chardonnay e 40% pinot noir.

Fresco, fine ed elegante, con note di agrumi.

RESPECT

 

Assemblaggio di una selezione rigorosa di pinot noir del vigneto in conversione bio e certificato in viticoltura durable TERRA VITIS. Abito giallo pallido, limpido, con dei riflessi leggermente argentati. Naso netto e fresco con aromi di frutti bianchi (pesca e mela) e frutti rossi (fragola e ribes). L’attacco in bocca è fruttato e dal carattere vivo.

La maison GUY DE FOREZ ha sede a Les Riceys, antico e originale villaggio costituito da tre antichi borghi fortificati (Riceys Haute, Riceys-Haute-Rive e Riceys-Bas) e tra i pochi a vantare di tre denominazioni di origine controllata (Champagne, Coteaux Champenois, Rose des Riceys), in un casale del XVII secolo con splendide cantine e soffitte a volta.

Francis Wenner e la moglie Sylvie possiedono 12 ettari nel villaggio di Les Riceys e producono annualmente tra le 60.000 e le 80.000 bottiglie di grande valore e suddivise in quattro etichette: Tradition, Reserve, Rosé e Millesime.

A questi Champagne si aggiungono circa 4.000 bottiglie di Rosé des Riceys, il vin rouge prodotto solo in questo villaggio oltre al Coteaux Champenoise.

Francis è un autodidatta, appassionato, che ha lavorato a contatto con prestigiosi enologi e molto sensibile ai temi ecologici.

Pioniere della lotta integrata, dal 1990 alleva le vigne secondo i concetti dell’agricoltura sostenibile, mentre dal 2000 è progressivamente passato all’agricoltura ragionata.

Guy de Forez è un produttore tradizionale che lavora con la vinificazione in tini d’acciaio termo-condizionati e con vins clairs che non svolgono mai la malolattica.

BRUT TRADITION

 

Elaborato unicamente con uve pinot noir delle migliori raccolte di diverse annate, vinificato senza fermentazione malolattica, presenta un cordon di fine bollicine che montano con veste limpida e marcata da riflessi arancio. All’olfatto note franche ed eleganti di frutti rossi. Morbido all’attacco, equilibrato e fruttato al palato.

Réserve

 

L’unica etichetta di questo produttore che affianca un po’ di chardonnay al pinot noir di Les Riceys (70% pinot noir 30% chardonnay). Fresco e floreale ma anche profondo e carnoso.

ROSé

 

Cuvée 100% pinot noir, in parte realizzata con macerazione semi-carbonica delle uve (rosé de saignée). Eleganti note fruttate (ciliegia, fragola, lampone) e orientaleggianti (sandalo).

Bollicina ricca opulenta equilibrata: una bollicina virtualmente perfetta.

MILLéSIME 2011

 

Nuovo millesimato della maison che abbandona la purezza del pinot noir per adottare una parte di chardonnay. Assemblaggio di 73% di pinot noir e 23% di chardonnay della vendemmia 2011, fermentazione in acciaio senza svolgimento della malolattica e dosaggio di 9 g/l ca.

Minerale, agrumato e fruttato, ha una grandissima freschezza

(al naso e in bocca).

L’azienda agricola Pascal Leblond-Lenoir si trova nella Côte des Bar nella regione sud della Champagne, in un piccolo villaggio nell’Aube, Buxeuil. Recoltans da diverse generazioni, la famiglia gestisce 10 ettari di vigneto ed è tra le poche maison che coltiva ancora oggi il rarissimo pinot blanc (che rappresenta lo 0,3% della superficie in Champagne).

Pascal e i figli Claire e Julienne realizzano autonomamente la vinificazione dei loro champagne, dalla pressatura delle uve alla messa in bottiglia.

DESIR DE MATTHIEU

 

Cuvée giovanile, 100% pinot blanc. Abito giallo chiaro, dai riflessi verdi. Naso espressivo, complesso e delicato; floreale e fruttato (limone verde), con dei tocchi biscottati. Bocca strutturata e tonica. Attacco ampio, fresco e carnoso. Produzione limitatissima (2.000 bottiglie).

Alain Reaut, figlio di viticoltori, riprende nel 1978, all’età di vent’anni, l’azienda famigliare con sede nel piccolo villaggio di Courteron, al confine con la Bourgogne, insieme alla moglie Thérèse Noirot.

La passione comune per la vigna li porta a coltivare circa 11 ettari di vigneti, splendidamente esposti al sole e impiantati a prevalenza pinot noir (85%).

Nel 1992 Alain inizia la conversione all’agricoltura biodinamica dopo aver paragonato il succo di uve nate dall’agricoltura tradizionale, che appaiono marrone sporco a quelle nate da agricoltura biodinamica, che risultano invece rosa chiaro, strutturate e dotate di aromi fruttati.

Tre anni più tardi arrivano le prime bottiglie di Champagne certificate “nate da uve coltivate in agricoltura biodinamica”.

Unendo il savoir-faire di una volta e la modernità tecnologica la maison Reaut riesce ad ottenere prodotti di grande qualità.

Certificata ECOCERT e DEMETER, nel 2009 Alain Reaut decide di aderire alla “FNIVAB” (Federazione interprofessionale nazionale dei vini di agricoltura biologica) con lo scopo di garantire uno Champagne esente da intrugli enologici superficiali e preservare così l’autenticità della vigna nella flûte.

Oggi la maison Alain Reaut continua a coltivare ogni piantina di vigna con rispetto e attenzione e ad elaborare uno Champagne che riflette il territorio.

TRADITION

 

Ottenuto da sole uve pinot noir, naso invitante ed  intenso con aromi di frutta matura e pan di zucchero.

Piacevole e pieno al palato, dove predominano le tipiche note acidule del pinot noir.

ROSE’

 

Rosè de saigné, 100% pinot noir, dal colore intenso ottenuto dalla macerazione e dal contatto delle bucce da 36 a 48 ore prima della fermentazione. Al naso fresco e rotondo nella sua semplicità, gioca sulle note fruttate accompagnate da mineralità, con una simpatica bollicina vivace ma mai eccessiva.

EMERAUDE

 

Elaborato a partire da 90% di pinot noir e 10% di chardonnay. Dal color dorato, con bollicine fini e costanti.

Una storia che ha inizio nel 1920 con l’arrivo dalla Spagna e dal Belgio dei nonni, che per vivere intraprendono i lavori più umili.

A Oger, culla dello chardonnay, nasce nel 1974 questa maison a conduzione famigliare guidata da Nelly Dhondt. Inizialmente fornitrice di uve per le più grandi maisons, crea nel 1985 la sua prima importante cuvée 100% chardonnay: la Cuvée Fleuron.

E’ Nelly Dhondt, la produttrice, che racconta:

“I miei genitori si sono sposati finita la seconda guerra mondiale e hanno deciso di acquistare della terra per piantare le vigne. In quell’epoca non era troppo costosa e le banche aiutavano la gente coraggiosa. Ho sposato un uomo che non piaceva ai miei genitori e dal quale ho divorziato dopo aver avuto due figli che ho allevato da sola.

Quando ero in attesa del secondo figlio Michel mi sono ammalata gravemente e durante il parto sono caduta in un coma che è durato oltre sei mesi. Al mio risveglio, con il padre dei miei due bambini fuggito con la mia migliore amica, ho deciso di lavorare da sola con la forza e l’amore dei miei figli.”

Questa è anche la rinascita per questo Champagne, rinascita che prende forza da una grande storia di vita e di amore.

Dal 2007 l’azienda è diretta dal giovane figlio Michel, che ha portato idee innovative e uno sguardo rivolto all’agricoltura ragionata.

Champagne simboli di un passato ricco di emozioni, di grandi sofferenze e di un futuro che si annuncia glorioso.

CUVÉE BRUT

 

Puro chardonnay assemblaggio di annate e vigneti differenti (Oger, Avize, Mesnil sur Oger, Chouilly e Saudoy) per ottenere una qualità continua e un equilibrio degli aromi in qualsiasi anno di produzione. Al naso spiccano i profumi d’agrumi con una nota dolce e raffinata. Dosaggio 6 g/l ca.

CUVÉE BRUT

+ GRAND CRU

 

Identico assemblaggio della cuvée blanc de blancs grand cru ma senza aggiunta di zucchero nella liqueur d’expedition. Uno Champagne che esprime totalmente i suoi aromi e la mineralità del territorio.

CUVEE SAUVAGE GRAND CRU

 

Cuvée di grande eleganza che riflette ampiamente il carattere del suo prestigioso vitigno, lo chardonnay, e del suo territorio. Le uve provengono dalla vigne di Oger (70%)e Avize (30%). Naso seducente e discreto con note fruttate di albicocca fresca, fiori bianchi e caramello. Fresco, vivo, dal finale lungo e minerale. Dosaggio inferiore a 2 g/l.

CUVÉE FLEURON BLANC DES BLANCS GRAND CRU Simbolo della maison dal 1985. Chardonnay in purezza di due annate, proveniente esclusivamente dal vigneto grand cru di Oger. Abito verde dorato e naso floreale con note di frutti bianchi e agrumi. Bollicine estremamente fini, per un champagne di grande eleganza, dominato da una bella mineralità. Dosaggio 7 g/l ca.

CUVÉE ROSÉ GRAND CRU

 

Assemblaggio di 95% di chardonnay grand cru e 5% di pinot noir da macerazione di Ay grand cru, proveniente dalla parcella La Croix in pieno centro di Ay: vecchia vigna che produce un pinot potente e dal colore rubino. Al naso note di fragola, al palato domina lo chardonnay. Generoso e pieno, di estrema eleganza e freschezza. Dosaggio 6 g/l ca.

LA DAME DE LA RENAISSANCE MILLÉSIME GRAND CRU

 

Ogni anno è differente e Michel seleziona attentamente le parcelle per la creazione del suo millesimo, assaggiando i grappoli in vigna il giorno primo della raccolta. Il 2008 è assemblaggio dello chardonnay proveniente da Mesnil sur Oger e Oger (50% e 50%). Naso potente su note di frutta secca, marmellata d’agrumi e fiori secchi. Finale segnato dalla mineralità tipica della Cote des Blancs.

Dosaggio di 4 g/l ca.

Lasciata la bella cittadina di Sezanne, avvinta in una lieve bruma, arriviamo a Talus-Saint-Prix, sulla strada per Epernay, poche case a est della palude di St. Gond e sulla sponda del Petit Morin.

In questa isola vitivinicola che si prolunga verso sud della Cote des Blancs, Alain Legret lavora i suoi vigneti di circa 5 ettari ripartiti su tre comuni.

Siamo nel regno dello chardonnay e degli Champagne realizzati in gran parte con quest’unico vitigno bianco, dal quale si ottengono prodotti che esprimono finezza, eleganza e grande potenza aromatica.

La costruzione dove ha sede la maison è sobria e sembra voler nascondere il prestigio che questo produttore ha ottenuto arrivando alla notorietà grazie alla Cuvée Blanc de Blancs, la cui etichetta ha fatto parte delle sole 18 che nel 2008 hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento Coup de Coeur della guida Hachette.

Jean Pierre Legret, come la maggiore parte dei piccoli produttori, è l’espressione di una famiglia di vignerons che lavora con grande passione e sacrificio la propria terra e attraverso un grande impegno esprime Champagne che raggiungono livelli di qualità altissimi.

Alain conduce oggi i suoi vigneti ispirandosi ai dettami dell’agricoltura biodinamica.

TRADITION

 

Composto da pinot meunier 40%, pinot noir 30%, chardonnay 30%, con l’aggiunta nell’assemblaggio generale di vini di riserva (per una maggiore stabilità ed un migliore equilibrio).

Colore leggermente dorato, note biscottate al naso e note rotonde e golose al palato.

CUVÉE SPÉCIALE BLANC DE BLANCS

 

Elaborato esclusivamente con uve chardonnay, vi incanterà per la finezza dei suoi aromi. Il bouquet vanigliato e tostato evolve verso note di cacao. L’ampio attacco finale prelude a una bocca dove la corposità si coniuga bene con la finezza e la delicatezza.

ROSÉ

 

Simbolo dell’eleganza, è composto da 30% chardonnay, 40% pinot meunier e 30% pinot noir. Colore rosa sostenuto, aperto, fresco e con una bella finezza, presenta al naso aromi floreali e agrumati ed un corpo mielato, carnoso e lungo.

GRAND RESERVE

 

Assemblaggio di chardonnay al 60% e pinot noir, naso intenso di burro, brioches, mandorle e agrumi che portano a una bocca persistente dove la morbidezza è equilibrata con la freschezza. Produzione limitata a 8.000 bottiglie annuali.

MILLÉSIME 2000

 

Assemblaggio delle tre uve champenois in parti uguali, unicamente della raccolta 2000. Elegante ma deciso, perlage fine e continuo, all’olfatto profumi ricchi e complessi di lieviti e frutta matura. Lunghissima evoluzione per uno Champagne da grandi intenditori.

Passando tra gli alberi secolari e lussureggianti della foret de la montagne, punto più alto con i suoi 283 m della cosiddetta montagna di Reims, arriviamo a Verzy.

Nel centro del paese si trova la piccola ma prestigiosa maison Fresnet-Juillet, che sia nel 2008 sia nel 2009 ottiene il Coup de Coeur della prestigiosa guida Hachette accompagnato dalla seguenti parole:

“il Coup de Coeur è dato con grande parsimonia dai nostri degustatori. Ora, caso rarissimo, questa maison lo ottiene per il secondo anno consecutivo!”.

Tutto ha inizio nell’anno 1950: Gerard Fresnet, appena uscito dalla scuola di viticultura di Avize, decide di elaborare i propri Champagne.

Per stoccare le sue bottiglie inizia a scavare la sua cava a mano con l’aiuto di pochi amici e collaboratori.

Questa, in un primo momento, dopo diverse peripezie, crolla e solo nel 1976 riesce a diventare veramente operativa.

La maggior parte della proprietà è costituita da piccoli e sparsi cru, dove tutta la famiglia raccoglie ancora manualmente le uve al punto ideale di maturazione. Le lavorazioni e l’affinamento in cantina fino all’imbottigliamento sono effettuati con massima cura, nel rispetto delle tradizioni.

Oggi questo grande impegno è portato avanti da Vincent, figlio di Gerard, che conduce i vigneti di circa 7 ettari e produce i propri Champagne nella sede di Verzy, comune della montagna di Reims che può vantare la prestigiosa classificazione grand cru.

CARTE D’OR

 

Ottenuto dall’assemblaggio di 80% di pinot noir proveniente dalle uve del vigneto grand cru di Verzy e 20% di chardonnay proveniente dal vigneto premier cru di Bisseuil, Champagne fruttato, floreale ed equilibrato con note mielate e biscottate.

CARTE BLANCHE GRAND CRU

 

100% chardonnay di Verzy grand cru. Colore giallo, con un bel cordone di bollicine fini. Al naso presenta profumi di fiori bianchi e mandorla tostata. In bocca sentori di agrumi. Fresco, complesso e lungo.

ROSÉ GRAND CRU

 

Costituito dalle cuvée di Verzy grand cru, ottenuto dall’assemblaggio di 65% pinot noir, 12% Verzy Rouge e 23% chardonnay. Dal colore rosa antico, al palato esplosivo ma garbato nella mineralità, vinoso e con note di frutta rossa e sottobosco.  Rosé aggraziato e gustoso, dalla progressione fresca ed elegante.

CUVÉE VALENTIN

GRAND CRU

 

La cuvée Valentin è l’espressione delle migliori uve grand cru provenienti da Verzy ed è frutto dell’amore di Vincent per il figlio Valentin (da qui il nome). Assemblaggio di pinot noir per il 70% e per il rimanente 30% di chardonnay. Complesso, armonioso e elegante, al naso una bella unione tra fiori secchi, limone e pompelmo rosa. Bocca opulenta ed energica, con note fruttate e minerali.

SPECIAL CLUB 2002 PREMIER CRU

 

Espressione del gruppo “Le club Trésors”, prima associazione di vignerons in Champagne, nata nel 1971. Assemblaggio a maggioranza di chardonnay, del lieut-dit La Galoise (a Bisseuil, premier cru), per il 60%, e per il 40% di pinot noir di Verzy grand cru. Naso ricco, maturo, con aromi di frutta, spezie e un fondo di mineralità; la bocca è rotonda, piena, polposa e le bollicine sono fini. Finale agrumato. Solo 3.000 bottiglie, invecchiate per oltre tre anni e dosate 10 g/l ca.

Maison nata nel 1974, Daniel conduce il vigneto famigliare di 8 ettari, impiantato nella Vallée de la  Marne e precisamente nel caratteristico paesino di Villers-sous-Chatillon.

È innamorato del suo lavoro e assolutamente rigoroso nel conservare la tradizione della casa e gli insegnamenti ereditati dal padre Renée Collard, considerato l’antiquaire del pinot meunier della Marna  (che ha lasciato numerosi importanti millesimi dagli anni ‘60 in poi).

Il punto centrale della filosofia di Daniel è l’uso delle botti di rovere da 60-70 hl, che ha permesso di presentare Champagne di prestigio sempre molto apprezzati dalla critica. I vini non svolgono mai la malolattica e maturano per oltre 20 mesi prima di un lungo invecchiamento.

Il contrasto tra la freschezza e le ossidazioni che ne derivano sono le affascinanti peculiarità che portano a contraddistinguere tutti i suoi vini.

Coup de Coeur della guida Hachette 2009 e 2011, la Cuvée Prestige è stata giudicata dalla giuria un “vin exceptionnel” in modo plebiscitario ed è conferma e giusto premio per una passione portata avanti da ormai mezzo secolo.

CARTE BLANCHE Assemblaggio di pinot meunier (70% ca) e pinot noir. Di un giallo leggermente dorato, al naso è espressivo con aromi fruttati e con note di frutti giovani. La bocca è ampia e rotonda, fresca e piena di dolcezza.

CUVéE PRESTIGE

 

Affinato in botte di rovere, è composto da un 50% di uve nere (di cui 30% pinot meunier) e da 50% di chardonnay. Abito giallo dorato, naso intenso dominato da frutti gialli, spezie, con sfumature di miele e composta di frutta. Bocca ampia e lunga. Champagne dall’equilibrio raro e di un’eleganza non comune.

ROSÉ

 

Ottenuto da 80% di uve nere (di cui 50% pinot noir) e dal 20% di chardonnay. Al naso aromi freschi di frutti rossi (fragola), in perfetta armonia con il palato franco e croccante. Complesso e vinoso.

MILLÉSIME 2000

 

Elaborato con uve di vecchi vigneti ed esclusivamente in annate eccezionali.

È assemblaggio quasi in parti uguali delle tre uve  della vendemmia 2000. Profumi di frutta matura, quasi esotica, e miele d’acacia; al palato è denso, maturo e compatto. Elevata potenzialità di invecchiamento.

SAVEURS D’ANTAN MILLÉSIME 2002

 

Elaborato in quantità limitata e con le migliori uve dei vigneti più vecchi. È composto da 80% di chardonnay e 20% di pinot noir e matura due anni in botti da 60-70 hl prima dell’assemblaggio e non svolge malolattica. Le bottiglie sono chiuse con tappo di sughero (bouchon liege) e il degorgement è manuale. È maturo, burroso, con un accurato uso del legno e una freschezza di stampo agrumato e minerale.

Recoltant manipulant da più di quattro generazioni, elaborano i loro Champagne grazie ai vigneti di proprietà che si estendono per 7 ha nei comuni di Saint-Martin d’Ablois, Vinay, Chavot e Monthleon tra la Cote des Blancs e la Valle de La Marna, a sud di Epernay.

 

Questa piccola maison è stata lanciata nel 1950 da Louis Huot mentre attualmente è condotta con discrezione e soprattutto lavoro, da Olivier, enologo, e dalla sorella Virginie.

Le vigne sono coltivate nel massimo rispetto della natura e del terroir e la vendemmia è occasione di un’attentissima selezione dei grappoli.

Per tutti questi motivi gli Champagne Huot, sinonimo di freschezza, eleganza e fascino, hanno colpito l’interesse sia degli appassionati che degli addetti ai lavori.

Citata in tutte le più importanti guide specializzate, la maison Huot ha ampiamente meritato il Coup de Coeur che la giuria della prestigiosa guida Hachette ha conferito all’etichetta Carte Noire con il massimo della valutazione (3 etoiles).

CARTE NOIRE

 

Ottenuta dall’assemblaggio delle tre uve, pinot meunier (50%), pinot noir (30%) e chardonnay (20%), con l’aggiunta di circa 20/25% di vini di riserva. Il suo vestito dorato intenso è animato da una bollicina fine e persistente. Al naso fruttato (frutti esotici, kiwi, prugna) e con aromi di brioches. In bocca rotondo e fresco con un buon equilibrio.

CUVÉE INITIALE

BRUT ZERO

 

Nessuna aggiunta di zuccheri nella liqueur d’expedition e lungo affinamento sui lieviti per un minimo di cinque anni per uno Champagne di grande impatto dall’abito giallo intenso. Frutto dell’assemblaggio di chardonnay (40%), pinot noir (30%) e pinot meunier (30%), al naso è complesso, con note minerali (gesso), burrose e note di frutta a polpa bianca.

Bocca vinosa, marcata nel finale da un ritorno minerale.

CUVÉE ANNOCIADE MILLéSIME

 

Questa bottiglia invecchiata per un minimo di cinque anni rappresenta perfettamente lo stile della Maison. Ottenuta dall’assemblaggio in parti uguali delle migliori uve chardonnay e pinot noir di un’unica annata. Potente, fresco ed elegante.

© LeCru75     P.Iva 02752740346